Carissimi Operatori e Collaboratori di Operazione Fratellino pace a voi tutti e ai vostri cari!

Ogni famiglia sogna di essere felice … e per questo spendiamo gran parte del nostro tempo, le nostre risorse e ci affatichiamo tanto, raccogliendo molte volte solo delusione e sfiducia.

Ora domandiamoci … c’è un segreto che possiamo condividerci per essere una famiglia felice?
Nella esortazione apostolica Amoris Laetitia, al paragrafo 138, il Santo Padre Francesco sembra indicarci una strada. Ve la condividiamo, chiedendo al Signore di aiutarci a realizzarla nelle nostre vite:

“Invece le famiglie aperte e solidali fanno spazio ai poveri, sono capaci di tessere un’amicizia con quelli che stanno peggio di loro. Se realmente hanno a cuore il Vangelo, non possono dimenticare quello che dice Gesù: «Tutto quello che avete fatto a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l’avete fatto a me» (Mt 25,40). In definitiva, vivono quello che ci viene chiesto in modo tanto eloquente in questo testo: «Quando offri un pranzo o una cena, non invitare i tuoi amici né i tuoi fratelli né i tuoi parenti né i ricchi vicini, perché a loro volta non ti invitino anch’essi e tu abbia il contraccambio. Al contrario, quando offri un banchetto, invita poveri, storpi, zoppi, ciechi; e sarai beato» (Lc 14,12-14). Sarai beato! Ecco qui il segreto di una famiglia felice”.

Cosa ne dite cari Operatori e Collaboratori di Operazione Fratellino?
Siamo invitati a condividere quanto abbiamo con i più poveri, con coloro che non hanno realmente di che contraccambiare … e SAREMO BEATI! Questa è Parola del Signore, è la sua promessa! Coraggio, dunque, non smettiamo di far parte del poco che abbiamo con i nostri fratellini, che sono il segreto per la felicità delle nostre famiglie.

Dio vi benedica,
Oreste e il Team Esecutivo